Videosorveglianza: crisi di idee e rischio di spreco.

Cresce l’allarme sicurezza e si ricercano e si sperimentano nuovi strumenti per migliorare la qualità della Prevenzione. La Videosorveglianza è sicuramente uno dei temi più discussi in questo momento e per il problema Prevenzione, ad essa vengono accreditate capacità risolutive al punto che quotidianamente, amministrazioni pubbliche e private, destinano risorse per la realizzazione dei sistemi, il cui costo non è certo irrilevante.

Va detto che sicuramente la VDS può venire incontro alla necessità di controllo, tuttavia la grossolana progettazione dei sistemi, rischia di rendere questi strumenti solo uno spreco, anzichè una reale ed utile risorsa.

La VDS è senza ombra di dubbio preziosa per l’attività repressiva, poiché permette di analizzare la registrazione delle immagini dei luoghi post evento e di investigare la scena nel momento del crimine, onde risalire agli autori dei reati, cosa invece diversa è per l’attività Preventiva.

Così come pensata oggi, la VDS non permette di prevenire i reati, poiché la progettazione non tiene conto dell’andamento del rischio, pertanto la maggior parte degli impianti, risulta nel tempo posizionato in maniera errata e queste costose istallazioni, finiscono per diventare obsolete ed inutili sia per l’attività preventiva ma anche per l’attività repressiva.

La XSERVIZI Srl, da tempo ha affrontato questo problema ed al fine di rendere la VDS strumento utile per la Prevenzione e maggiormente efficace per la repressione, ha immesso sul mercato della sicurezza una soluzione. XAREA è un servizio di analisi e gestione del rischio che prevede la progettazione di sistemi VDS, sulla scorta dell’analisi del rischio futuro.

Grazie alla tecnologia XPDR (Predictive Data Responder) e a dispositivi di ripresa video di ultima generazione, che hanno la peculiarità di essere istallati e riposizionati con estrema facilità e velocità, a seconda dell’andamento del rischio, è possibile ottenere un controllo delle aree costante e calibrato nel tempo e nello spazio.

Il posizionamento ed il puntamento dei dispositivi di ripresa video, nei punti e negli orari in cui si prevede possa avvenire un reato, permette non solo di amplificare il fattore deterrente ma anche di evitare la perdita di preziosi elementi, utili alle indagini.